Dieci regole per camminare in sicurezza

Andare in montagna senza conoscerla e senza essere preparati vuol dire esporsi a gravi pericoli.
Le statistiche elaborate dal Soccorso Alpino Italiano parlano chiaro. La maggior parte degli incidenti di montagna avvengono su percorsi non difficili, spesso su sentieri o su pendii erbosi e sono causati dall’imprudenza e dalla impreparazione.
Quindi non cercare incoscientemente un’avventura temeraria. Ricordati e soprattutto,
applica queste regole fondamentali:

  • Preparati fisicamente per poter sostenere gli sforzi che la montagna comporta.
  • Preparati moralmente con quella carica di energia interiore che consente di far ronte a qualsiasi evenienza .
  • Preparati tecnicamente aggiornando le tue conoscenze sull’equipaggiamento sul suo impiego in modo da poter procedere agevolmente su qualsiasi tipo di terreno.
  • Conosci la montagna e i suoi pericoli (scariche di pietre, valanghe, crepacci, altempo) in modo da poterli evitare .
  • Informati con diligenza sulle previsioni meteorologiche e osserva costantemente lo sviluppo del tempo.
  • Conosci i limiti delle tue forze e conserva sempre un adeguato margine di energia.
  • Non lasciarti trascinare dall’ambizione o da un malinteso spirito di emulazione in imprese superiori alle tue posslbilità .
  • Stai costantemente all’erta soprattutto dove le dlfficoltà diminuiscono e quando la stanchezza annebbia i tuoi riflessi.
  • Sappi rinunciare. Nel dubbio, non insistere, torna indietro.
  • A volte è meglio rinunciare che arrischiare l’insidia del maltempo o voler superare difficolta di grado superiore aile proprie forze, capacità, attrezzature.