Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Cuile Pala Grussa – Oliena

domenica 14 maggio, 2017 ORE:06:30--17:00

Cuile Pala Grussa – Oliena – diff. EE – durata 6/7 ore – partenza v. Budapest – Auto – accomp. Tariffa – Madarese

Escursione n. 12/2017

Data 14 maggio 2017

Località Cuile Pala Grussa – Punta Duavidda (Oliena)

Accompagnatori Agostino Tariffa (ASE), Lino Tariffa (ASE)

Collaboratori Bruno Ledda, Gesuino Onida

SCHEDA TECNICA

Trasferimenti auto proprie

Ritrovo via Budapest ore 6:30 – Fonti Su Cologone ore 8:20

Percorso stradale SS 131 fino allo svincolo per Macomer. Percorrere la SS 129 fino al bivio per Ottana e da qui si può scegliere:

  • proseguendo sulla SP 17 fino a Ottana e poi sulla SS 131 dcn (piu lunga ma scorrevole) fino a Nuoro. All’ingresso del centro abitato di Nuoro, dopo l’ospedale, arrivati nella rotatoria prendere a dx e seguire le indicazioni per Dorgali e Oliena (la galleria della circonvallazione è chiusa per ordinanza del Sindaco per cui è necessario bypassarla).

  • continuando sulla SS 129 (più breve ma meno scorrevole) fino allo svincolo per Nuoro – Olbia per poi immettersi sulla SS 131 dcn fino allo svincolo per Lanusei.

Itinerario a piedi Dal punto di ritrovo presso le sorgenti di Su Cologone prendiamo la strada, inizialmente in cemento, in direzione della valle di Lanaitho. Dopo qualche km, lasciato sulla destra il bivio per la grotta Sa Ohe e per il villaggio nuragico Sa Sedda ‘e Sos Carros, arriviamo al posto dove lasceremo le auto ad una quota di circa 160 m.

In leggera salita percorreremo una mulattiera che, dopo un breve tratto, abbandoneremo per immetterci su un sentiero che si sviluppa, nel tratto iniziale nel letto di un vecchio fiume noto come Trocco de Corrojos e successivamente prenderemo Codula Ozzastru, fino ad intercettare una cengia che imboccheremo e percorreremo in forte salita, stando attenti perché a tratti lievemente esposta.

Raggiunta la quota di circa 580 m. godremo di un bellissimo panorama in direzione Sud e S-E e poi, raggiunto dopo un breve tratto uno dei cuili di Pala Grussa (quello conservato meglio) riprenderemo la nostra salita verso punta Duavidda a quota 824.

Da questa località sarà possibile ammirare una vasta porzione del supramonte di Oliena e quello di Dorgali e, quelli più allenati, potranno visitare i resti del villaggio nuragico che si trova sulla punta di Duavidda.

Dopo la meritata sosta pranzo all’ombra di qualche leccio si proseguirà, prevalentemente in discesa, costeggiando per un breve tratto Badde Pentumas (con conseguente panorama) ed in seguito si affronterà la discesa verso i cuili Sa Picca e Panza de Tinzosos e verso la grotta di Elighes Artas (visitabile solo con l’ausilio di corde). Da questa località continueremo la nostra discesa, in un sentiero abbastanza agevole, fino a raggiungere le auto.

Tempo di percorrenza 6-7 ore escluse soste

Lunghezza 10 km.

Dislivello 700 m.

Difficoltà EE

Tipo di terreno mulattiera, cengia con dei tratti esposti, pietraia, sentiero con rocce affioranti.

Interesse naturalistico, paesaggistico, archeologico.

Segnaletica omini in pietra.

Caratteristiche climatiche soleggiato.

Avvertenze particolari si tratta di un percorso che richiede un discreto impegno fisico ed è rivolto ad escursionisti esperti ed abituati a camminare su terreni tipici del supramonte.

Mappa percorso e profilo altimetrico pianta in formato satellitare

palagrussa-2017

Nota: l’escursione potrà subire variazioni

Buona escursione a tutti

Agostino

Norme di comportamento da tenersi durante le escursioni

Ogni componente del gruppo durante l’escursione starà sempre dietro l’accompagnatore, non uscendo mai dal sentiero, e ne dovrà seguire scrupolosamente le indicazioni; il non attenersi vale come rinuncia implicita al nostro accompagnamento ed alla assicurazione del CAI.

Chi dovesse fermarsi per qualsiasi motivo (necessità fisiologiche, fotografie, ecc.) lasci lo zaino lungo il sentiero in modo che l’accompagnatore che chiude la fila dei partecipanti saprà che deve attenderlo.

Non si lasciano rifiuti di alcun tipo; i rifiuti si riportano a casa (anche quelli degradabili);

Ogni infrazione può essere motivo per l’esclusione alle successive escursioni.

Dichiarazione di esonero di responsabilità

Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti.

Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara.

  • di non avere alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo; di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione.

  • di aver preso visione e di accettare senza riserva alcuna il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI, Sezione di Sassari e le norme di comportamento sopra richiamate.

  • di aver letto con attenzione la descrizione e la scheda tecnica della presente escursione (informandosi, quando il caso, con l’accompagnatore responsabile) e quindi di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà della stessa.

  • di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin d’ora il CAI sezione di Sassari e gli Accompagnatori di Escursione da qualunque responsabilità.

Dettagli

Data:
domenica 14 maggio, 2017
Ora:
06:30--17:00
Categorie Evento:
,