Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Luogosanto

domenica 3 Aprile, 2016 ORE:08:00--17:00

(Deiana ASE – Cugia ASE – collab. M.A. Porqueddu) diff. E – durata 5/6 ore – V. Budapest – Autobus

Escursione n. 08

Località Luogosanto

Accompagnatori: C. Deiana (ASE) – collab. M.A. Porqueddu

SCHEDA TECNICA

Trasferimenti auto proprie

Ritrovo via Budapest (centro commerciale Monserrat) ore 8,00, bivio Tempio Aggius ore 9,00

Percorso stradale direzione Sassari Tempio, poi S.S. 133 Tempio Palau fino al km. 12,800, avvicinamento per 1 km su strada sterrata.

Itinerario a piedi Partendo da un livello di circa 560 m si percorre un sentiero comodo lungo il quale si possono ammirare le particolari rocce granitiche galluresi, alternando sottobosco si scende fino a costeggiare il rio Littarru a 360 m. Dopo averlo attraversato si inizia la salita verso il monte La Cilata, a circa 600 m, dove nei pressi dello stazzo omonimo, è prevista la sosta pranzo, durante la quale si potrà ammirare dalla “terrazza” naturale la vista fin verso la Corsica e un paio di tafoni trasformati in rifugi per animali. Si prosegue verso punta Scarracciana e monte Beccazzittu, a 700 m, per imboccare un sentiero sotto bosco tra rocce e tafoni dove bisognerà restare piuttosto vicini data la presenza di diverse vie di passaggio, fino a rientrare alle auto.

Tempo di percorrenza 5 ore circa

Lunghezza 11km

Dislivello 200m

Difficoltà E

Tipo di terreno sterrato, sentiero

Interesse paesaggistico

Segnaletica omini e nastrini

Caratteristiche climatiche

Avvertenze particolari munirsi di bastoncini, si attraverserà il rio in 3 punti diversi, attenzione alle rocce scivolose.

Mappa percorso e profilo altimetrico (quando rilevati)

Nota: l’escursione potrà subire variazioni.

monte cilata

Norme di comportamento da tenersi durante le escursioni

Ogni componente del gruppo durante l’escursione starà sempre dietro l’accompagnatore, non uscendo mai dal sentiero, e ne dovrà seguire scrupolosamente le indicazioni; il non attenersi vale come rinuncia implicita al nostro accompagnamento ed alla assicurazione del CAI.

Chi dovesse fermarsi per qualsiasi motivo (necessità fisiologiche, fotografie, ecc.) lasci lo zaino lungo il sentiero in modo che l’accompagnatore che chiude la fila dei partecipanti saprà che deve attenderlo.

Non si lasciano rifiuti di alcun tipo; i rifiuti si riportano a casa (anche quelli degradabili);

Ogni infrazione può essere motivo per l’esclusione alle successive escursioni.

Dichiarazione di esonero di responsabilità

Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti.

Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara.

  • di non avere alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo; di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione.

  • di aver preso visione e di accettare senza riserva alcuna il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI, Sezione di Sassari e le norme di comportamento sopra richiamate.

  • di aver letto con attenzione la descrizione e la scheda tecnica della presente escursione (informandosi, quando il caso, con l’accompagnatore responsabile) e quindi di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà della stessa.

  • di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin d’ora il CAI sezione di Sassari e gli Accompagnatori di Escursione da qualunque responsabilità.


Dettagli

Data:
domenica 3 Aprile, 2016
Ora:
08:00--17:00
Categoria Evento: