Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Monte Pino, anello alto (Telti)

sabato 29 Gennaio, 2022 ORE:07:45--17:00

Escursione n. 02

Data 29/01/2022

Località Monte Pino (Telti)

Accompagnatori G. Onida, A. Lai, G. Serra

Prenotazioni telefonare o inviare messaggio a Onida 3294267502 (possibilmente entro giovedì sera).

SCHEDA TECNICA

Trasferimenti: Auto proprie

Ritrovo: Sassari Parcheggio Monserrato, Via Budapest, ore 7:45 – Partenza 8:00.

(Munirsi di quanto successivamente elencato)

Percorso stradale: strada statale per Olbia. Arrivati al 2° svincolo per Monti prendere la direzione per Telti. Arrivati a Telti proseguire in direzione di Olbia fino al successivo svincolo. Prendere la direzione per S. Antonio di Gallura, dopo circa 5 km e aver superato lo svincolo della strada interrotta, seguire l’indicazione per Monti Pinu che porta alla “caserma” forestale.

Premesse:

Monte Pino (Monti Pinu) è la prosecuzione dell’area montuosa del Limbara.

Per la città di Olbia e dei centri limitrofi rappresenta un’alternativa verde al turismo estivo sul mare.

La vegetazione è caratterizzata da macchia mediterranea consociata al Pino marittimo da cui prende il nome.

Descrizione itinerario a piedi:

Il punto di partenza è il piazzale adiacente alla “caserma” forestale, siamo a circa 600 m. di quota.

Si percorre un tratto di pista sterrata e dopo circa 1,6 km arriviamo alla punta di Monte Pino dove si trova la vedetta antincendio, 742 s.l.m.

Da questo punto, molto panoramico, si arriva a vedere anche il Monte Nieddu di Padru ed ovviamente suggestivi panorami sulle coste che da Golfo Aranci vanno sino all’isola di Tavolara. Condizioni di visibilità buone permettono di vedere la costa della Corsica.

Rientriamo sui nostri passi per circa 0,5 km per prendere un tratturo in direzione Est. Tratturo che poco dopo diventa sentiero abbastanza agevole e molto panoramico.

Dopo aver percorso complessivamente circa 4,5 km arriviamo ad un altro punto panoramico sul versante della costa di Olbia. Faremo una breve sosta che permette ai più volenterosi di “salire” su una adiacente cima rocciosa.

Ripercorriamo un breve tratto del sentiero ed al primo bivio prendiamo la direzione Sud verso punta del Pene nei cui pressi si trovano alcuni anfratti (Conchi) e un muraglione di notevole dimensione. Sembra che in epoca romana esistesse una vedetta per controllo sulla costa.

Fatto un breve tratto ci fermiamo per la sosta pranzo adattandoci alla conformazione del territorio.

Siamo nella fase di rientro dove troveremo, nei pressi del percorso, una sorgente per eventuali necessità di rifornimento.

Tempo di percorrenza circa 6 ore, oltre le soste.

Lunghezza 9,4 km

Dislivello 295 m

Ascesa totale 498 m

Difficoltà E

Tipo di terreno: Il piano di calpestio è, a tratti, in sterrato, tratturo e sentiero ben visibile.

Interesse : Naturalistico

Segnaletica: inesistente

Caratteristiche climatiche esposto ai venti, a tratti soleggiato e ombroso in mezzo al bosco.

Avvertenze particolari riserva d’acqua limitata per la presenza di sorgente nella fase di rientro.

Leggere le successive norme comportamentali e compilare la autodichiarazione Covid 19 oltre al possesso del super green pass.

Mappa percorso e profilo altimetrico

Nota: l’escursione potrà subire variazioni

Buona escursione

Norme di comportamento da tenersi durante le escursioni

Ogni componente del gruppo durante l’escursione starà sempre dietro l’accompagnatore, non uscendo mai dal sentiero, e ne dovrà seguire scrupolosamente le indicazioni; il non attenersi vale come rinuncia implicita al nostro accompagnamento ed alla assicurazione del CAI.

Cercare di non distanziarsi da chi lo precede. Se ciò fosse avvenuto e ci si trova incerti sul da farsi, fermarsi e aspettare l’accompagnatore in coda al gruppo.

Chi dovesse fermarsi per qualsiasi motivo (necessità fisiologiche, fotografie, ecc.) lasci lo zaino lungo il sentiero in modo che l’accompagnatore che chiude la fila dei partecipanti saprà che deve attenderlo.

Non si lasciano rifiuti di alcun tipo; i rifiuti si riportano a casa (anche quelli degradabili);

Ogni infrazione può essere motivo per l’esclusione alle successive escursioni.

Inoltre in base a quanto previsto nel protocollo “Riavvio attività escursionistica …. “ a cura della Commissione Centrale Escursionismo:

I partecipanti si impegnano a rispettare le norme di igiene, di distanziamento e quant’altro inerente all’utilizzo di Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) secondo quanto disposto dalle Autorità competenti al fine di limitare la diffusione del contagio virale (norme che variano come noto dal colore della regione di appartenenza).

I partecipanti devono essere in possesso di certificazione verde (c.d. green pass) e della autodichiarazione (riportata in calce al presente); si impegnano a rispettare scupolosamente le indicazioni e le direttive impartite dagli accompagnatori responsabili dell’attuazione delle misure anticovid durante l’escursione, designati dalla Sezione.

I partecipanti sono informati delle modalità di iscrizione e partecipazione alle attività sociali indicati dagli organizzatori e le accettano.

Chi intende aderire è consapevole che potrà essere ammesso solo se

  • è in grado di esibire certificazione verde (green pass);

  • ha ricevuto preventiva comunicazione di accettazione dell’iscrizione;

  • è provvisto dei necessari DPI (mascherina, gel disinfettante) e di quant’altro indicato dagli organizzatori;

  • non è soggetto a quarantena o a isolamento fiduciario e può autocertificare una temperatura corporea inferiore ai 37,5°C e assenza di sintomi influenzali ascrivibili al Covid-19.

Sono vietati scambi di attrezzature, oggetti, cibi, bevande o altro tra i partecipanti non appartenenti allo stesso nucleo familiare;

Si fa obbligo ai partecipanti di avere con sé la mascherina e il gel disinfettante a base alcolica.

E’ responsabilità dei partecipanti non disperdere mascherine o quant’altro lungo il percorso, tutto va portato a casa come i rifiuti.

Ai partecipanti è richiesta la massima disciplina, pena l’immediata esclusione dall’escursione per comportamenti potenzialmente dannosi per gli altri Soci.

La località di partenza va raggiunta con mezzi propri, nel rispetto delle norme nazionali/regionali che regolano il trasporto in auto di persone non conviventi, salvo diversa indicazione da parte degli organizzatori.

Numero partecipanti e accompagnatori.

In zona bianca non si ravvisa la necessità di imporre limitazioni al numero dei partecipanti;

In zona gialla si limita il numero dei partecipanti a gruppi di non più di 20 persone più gli accompagnatori (minimo 2 accompagnatori per gruppo). In caso di notevole richiesta dei soci, dove possibile sul piano organizzativo, si potrà organizzare l’escursione con più gruppi autonomi di non più di 20 partecipanti, con partenze scaglionate, mantenendo la distanza fra i gruppi durante l’escursione.

Il responsabile dell’escursione deve essere fornito, dalla sezione, dell’elenco aggiornato e ufficiale dei partecipanti in tempo utile per i controlli precedenti la partenza dal punto di ritrovo indicato.

Dichiarazione di esonero di responsabilità

Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti.

Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara.

  • di non avere alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo; di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione.

  • di aver preso visione e di accettare senza riserva alcuna il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI, Sezione di Sassari e le norme di comportamento sopra richiamate.

  • di aver letto con attenzione la descrizione e la scheda tecnica della presente escursione (informandosi, quando il caso, con l’accompagnatore responsabile) e quindi di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà della stessa.

  • di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin d’ora il CAI sezione di Sassari e gli Accompagnatori di Escursione da qualunque responsabilità.

Ricordarsi di compilare la successiva autodichiarazione.

 


Dettagli

Data:
sabato 29 Gennaio, 2022
Ora:
07:45--17:00
Categorie Evento:
,