Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Nuraghe Mereu, Sa Giuntura, Pischina Urtaddala

domenica 29 Maggio, 2022 ORE:06:30--18:00

Escursione n. 17

Data: 29 maggio

Località: Sedda ar baccas – Pischina Urthaddala – Nuraghe Mereu – Giuntura- Sedda ar Baccas.

Accompagnatori: Luca Manca, Gianuario Fiori.

Per prenotare 3465747343 Gianuario 

SCHEDA TECNICA

Trasferimenti Auto proprie

Ritrovo Parcheggio Monserrato, Via Budapest, ore 6,30. Partenza Max 6,45. Per chi viene da fuori Sassari, appuntamento verso le 8,45 al passo di Genna Croce.

Percorso stradale Da Sassari bisognerà dirigerci in direzione Dorgali per poi proseguire sulla S.S. 125 sino al passo di Genna Croce ( 160 km) , una volta arrivati svolteremo a destra percorrendo circa 16 km di sterrato abbastanza agevole anche per auto non da fuoristrada, per arrivare in localita “Sedda ar Baccas” dove lasceremo le auto in un ampio parcheggio.

Descrizione itinerario a piedi Iniziamo percorrendo una breve discesa per visitare “Pischina Urthaddala”,un laghetto permanente molto suggestivo.

Risaliremo, per poi scendere sul fondo di “Sa Codula Manna”, molto spettacolare che a tratti ci ricorda il canyon di Gorroppu. Percorrendo per un centinaio di metri la Codula, affronteremo poi una ripida salita sulla destra, per guadagnare quota addentrandoci in uno spettacolare bosco che ci porterà sulla collina dove è situato il bel nuraghe Mereu.

 Il nuraghe Mereu, interamente costruito in calcare bianco, con pietre ben squadrate di medie dimensioni, è situato su un’altura che domina il territorio circostante. Il nuraghe è di tipo complesso, costituito da una torre principale, e due torri secondarie ulteriormente protette da bastioni rettilinei. Sul lato sud era situato l’ingresso, oggi crollato, che dava accesso ad un corridoio, parzialmente conservato, caratterizzato da un’ampia nicchia che si apre sulla parete sinistra. Il corridoio termina con un ingresso sormontato da un architrave dal quale si entra in un secondo ambiente, il cui pavimento è ingombro di pietre di crollo, che mette in comunicazione la torre principale con una delle due torri secondarie. Da qui si può quindi entrare nella torre principale, caratterizzata dalla classica copertura a tholos, ancora perfettamente conservata, subito a sinistra dell’ingresso si apre invece il vano scala che conduce alla terrazza superiore, ora parzialmente invaso dai crolli. La torre in comunicazione con quella centrale è parzialmente crollata, mentre la terza torre lo è completamente.

Una volta visitato il Nuraghe, ci dirigeremo in direzione Nord-Est verso Sa Giuntura, passando in prossimità di Nuraghe Presethu Tortu che non visiteremo.

Arrivati a Sa Giuntura, che ricordiamo è l’inizio del favoloso canyon di Gorroppu, faremo sosta per le classiche e spettacolari foto, particolari sono le rocce a stratificazione orizzontatale, soprannominate “ Librerie”.

Ci potremo rinfrescare con acque pulite presenti in alcuni laghetti, dove effettueremo una sosta.

Per questioni di tempo, da Sa Giuntura dobbiamo iniziare la salita di ritorno alle macchine non più tardi delle 15. Salita è di circa 250 metri di dislivello in 1,8 km di percorrenza. Tempo di risalita stimato in circa 1 ora.

Terminata la salita, con un breve tratto pianeggiante torneremo alle macchine.

Tempo di percorrenza: circa 5 ore, escluse le soste.

Lunghezza: 8,5 Km circa

Dislivello: 650 mt circa.

Difficoltà: E.

Tipo di terreno: Misto

Interesse: Naturalistico, paesaggistico e storico

Segnaletica: Sentiero CAI e omini in pietra.

Avvertenze particolari: Si raccomanda uso di bastoncini. A causa del notevole dislivello, questa escursione è consigliata a persone che hanno una buona resistenza.

Nota: l’escursione potrà subire variazioni.

Norme di comportamento da tenersi durante le escursioni

Ogni componente del gruppo durante l’escursione starà sempre dietro l’accompagnatore, non uscendo mai dal sentiero, e ne dovrà seguire scrupolosamente le indicazioni; il non attenersi vale come rinuncia implicita al nostro accompagnamento ed alla assicurazione del CAI.

Cercare di non distanziarsi da chi lo precede. Se ciò fosse avvenuto e ci si trova incerti sul da farsi, fermarsi e aspettare l’accompagnatore in coda al gruppo.

Chi dovesse fermarsi per qualsiasi motivo (necessità fisiologiche, fotografie, ecc.) lasci lo zaino lungo il sentiero in modo che l’accompagnatore che chiude la fila dei partecipanti saprà che deve attenderlo.

Non si lasciano rifiuti di alcun tipo; i rifiuti si riportano a casa (anche quelli degradabili);

Ogni infrazione può essere motivo per l’esclusione alle successive escursioni.

Inoltre in base a quanto previsto nel protocollo “Riavvio attività escursionistica …. “ a cura della Commissione Centrale Escursionismo:

I partecipanti si impegnano a rispettare le norme di igiene, di distanziamento e quant’altro inerente all’utilizzo di Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) secondo quanto disposto dalle Autorità competenti al fine di limitare la diffusione del contagio virale (norme che variano come noto dal colore della regione di appartenenza).

I partecipanti devono essere in possesso di certificazione verde (c.d. green pass) e della autodichiarazione (riportata in calce al presente); si impegnano a rispettare scupolosamente le indicazioni e le direttive impartite dagli accompagnatori responsabili dell’attuazione delle misure anticovid durante l’escursione, designati dalla Sezione.

I partecipanti sono informati delle modalità di iscrizione e partecipazione alle attività sociali indicati dagli organizzatori e le accettano.

Chi intende aderire è consapevole che potrà essere ammesso solo se

  • è in grado di esibire certificazione verde (green pass);

  • ha ricevuto preventiva comunicazione di accettazione dell’iscrizione;

  • è provvisto dei necessari DPI (mascherina, gel disinfettante) e di quant’altro indicato dagli organizzatori;

  • non è soggetto a quarantena o a isolamento fiduciario e può autocertificare una temperatura corporea inferiore ai 37,5°C e assenza di sintomi influenzali ascrivibili al Covid-19.

Sono vietati scambi di attrezzature, oggetti, cibi, bevande o altro tra i partecipanti non appartenenti allo stesso nucleo familiare;

Si fa obbligo ai partecipanti di avere con sé la mascherina e il gel disinfettante a base alcolica.

E’ responsabilità dei partecipanti non disperdere mascherine o quant’altro lungo il percorso, tutto va portato a casa come i rifiuti.

Ai partecipanti è richiesta la massima disciplina, pena l’immediata esclusione dall’escursione per comportamenti potenzialmente dannosi per gli altri Soci.

La località di partenza va raggiunta con mezzi propri, nel rispetto delle norme nazionali/regionali che regolano il trasporto in auto di persone non conviventi, salvo diversa indicazione da parte degli organizzatori.

Numero partecipanti e accompagnatori.

In zona bianca non si ravvisa la necessità di imporre limitazioni al numero dei partecipanti;

In zona gialla si limita il numero dei partecipanti a gruppi di non più di 20 persone più gli accompagnatori (minimo 2 accompagnatori per gruppo). In caso di notevole richiesta dei soci, dove possibile sul piano organizzativo, si potrà organizzare l’escursione con più gruppi autonomi di non più di 20 partecipanti, con partenze scaglionate, mantenendo la distanza fra i gruppi durante l’escursione.

Il responsabile dell’escursione deve essere fornito, dalla sezione, dell’elenco aggiornato e ufficiale dei partecipanti in tempo utile per i controlli precedenti la partenza dal punto di ritrovo indicato.

Dichiarazione di esonero di responsabilità

Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti.

Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara.

  • di non avere alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo; di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione.

  • di aver preso visione e di accettare senza riserva alcuna il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI, Sezione di Sassari e le norme di comportamento sopra richiamate.

  • di aver letto con attenzione la descrizione e la scheda tecnica della presente escursione (informandosi, quando il caso, con l’accompagnatore responsabile) e quindi di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà della stessa.

  • di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin d’ora il CAI sezione di Sassari e gli Accompagnatori di Escursione da qualunque responsabilità.


Dettagli

Data:
domenica 29 Maggio, 2022
Ora:
06:30--18:00
Categorie Evento:
,