Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Pellegrinaggio notturno San Francesco, Nuoro Lula

sabato 30 Aprile, 2022 ORE:21:00--domenica 1 Maggio, 2022 ORE:06:30

Escursione n.13: Pellegrinaggio notturno dedicato a San Francesco, Nuoro – Lula – diff. T/E – 30 apr. – M.G.Cugia, C. Deiana, D. Cappello

Data 30/04/22

Località Nuoro – Lula

Accompagnatori: M.G. Cugia – C. Deiana – D. Capello

prenotazioni entro venerdì: invio messaggio Maria Giovanna 3207235572

SCHEDA TECNICA

Trasferimenti: Auto proprie

Ritrovo: Sassari Parcheggio Monserrato, Via Budapest, ore 20,30.

Ritrovo a Nuoro, Chiesa del Rosario ore 23,00 –

Sarà necessario portare delle auto al santuario a Lula così che all’arrivo al mattino ci sia la possibilità di recuperare le auto lasciate a Nuoro la sera prima.

Notizie di carattere generale: Il pellegrinaggio dedicato a San Francesco è tra i cammini religiosi più interessanti della nostra isola. Viene percorso due volte l’anno, il 4 ottobre in occasione della festa del Santo e il 1 maggio con l’inizio della novena che si chiude il 10 maggio, giorno in cui il simulacro viene riportato in processione verso Nuoro. Rito che si conclude con un corteo di cavalieri che dopo aver percorso i vicoli storici della città, girano per tre volte intorno alla chiesa del Rosario per poi accompagnare il priore alla sua abitazione dove verrà custodito lo stendardo fino al maggio successivo. E’ un rito di devozione religiosa tra i più sentiti e caratteristici, descritto anche nel romanzo Elias Portiolu di Grazia Deledda.

Tradizione vuole che il cammino abbia inizio dalla chiesa del Rosario dopo la messa e la benedizione i pellegrini partono, dopo aver battuto con la mano per 3 volte il portone della chiesa in segno di saluto. La meta è il santuario a Lula, si raggiunge dopo una lunga camminata di quasi 28 km camminando su asfalto, sterrato e sentierini. Sulla cima di una collina oltre ad una croce delle diverse croci che si trovano lungo il percorso, troveremo anche una sorta di freccia ruotante montata su un palo. Per tradizione questa si deve far girare e se fermandosi indica la direzione del santuario, vorrà dire che si dovrà ripetere il pellegrinaggio. Si arriva alla chiesa dopo l’alba, intorno alle 6,30, dipende un po’ dai ritmi di ognuno. Il percorso non è molto impegnativo, tranne che per la salita del costone chiamato per i motivi intuibili “sa pettorra e tziu Moro”. Lungo il percorso troveremo numerosi punti di accoglienza, a volte con anche dei falò accesi, dove i membri del comitato sono pronti ad offrire ristoro con dolci e bevande calde e “riscaldanti”. All’arrivo si viene accolti in una stanza dove viene data una bacinella con acqua calda e asciugamano per lavare e dare sollievo ai piedi stanchi e affaticati, prima di andare nella stanza delle colazioni. Qui si potrà anche gustare il piatto del filindeu, tipico della tradizione, una particolarissima pasta fatta a mano cotta nel brodo di pecora o di agnello.


su filindeu

Il santuario ha origini leggendarie. La storia narra che fu fatto costruire per volontà di un giovane lulese costretto a vivere alla macchia perchè accusato di omicidio. Egli si proclamò sempre innocente e visse da latitante nascondendosi nelle grotte delle colline lulesi fino a che non si costituì e riuscì a dimostrare la sua innocenza. Per questo promise di costruire una chiesa dedicata a San Francesco e si diresse con un carro di buoi verso il punto in cui trascorse la sua latitanza, ma i buoi si fermarono ostinatamente lungo la salita e non vollero più spostarsi. Interpretandolo come un messaggio di San Francesco l’ex bandito decise di costruire la chiesa proprio in quel punto. E così fu costruita la chiesetta che custodisce una bellissima statua lignea del Santo, di scuola napoletana. Da subito divenne un luogo di culto e meta di pellegrini, non solo lulesi ma del resto dell’isola, per questo negli anni a seguire fu circondata da una serie di casette, sa cumbessias, necessarie per offrire alloggio e ristoro ai fedeli.

 

 

Descrizione itinerario a piedi: si parte dalla chiesa del Rosario attraverso le vie del paese ci si dirige verso l’uscita in direzione della S.P. 45. Si percorre un primo tratto di strada asfaltata prima di lasciala per degli sterrati che portano verso la località ponte Marreri, prima di cominciare la salita verso il monte in cui si trova il santuario. Le indicazioni sono poche ma sarà facile seguire i vari pellegrini, ognuno col proprio passo, trovando i diversi punti di ristoro in cui poter fare delle brevi soste.

Tempo di percorrenza: 7 ore circa

Lunghezza 28 km circa

Dislivello 400 m

Difficoltà T/E

Tipo di terreno: Il percorso si svolge su carrareccia.

Interesse: religioso

Segnaletica: qualche omino, o piccoli cartelli

Caratteristiche climatiche fresco, potrebbe essere esposto ai venti..

Avvertenze particolari portare uno zaino leggero per l’acqua e una torcia con eventuali batterie di ricambio, possibile usare i bastoncini. Vestirsi a strati.

Mappa percorso e profilo altimetrico

Nota: l’escursione potrà subire variazioni

Buona escursione

Norme di comportamento da tenersi durante le escursioni

Ogni componente del gruppo durante l’escursione starà sempre dietro l’accompagnatore, non uscendo mai dal sentiero, e ne dovrà seguire scrupolosamente le indicazioni; il non attenersi vale come rinuncia implicita al nostro accompagnamento ed alla assicurazione del CAI.

Cercare di non distanziarsi da chi lo precede. Se ciò fosse avvenuto e ci si trova incerti sul da farsi, fermarsi e aspettare l’accompagnatore in coda al gruppo.

Chi dovesse fermarsi per qualsiasi motivo (necessità fisiologiche, fotografie, ecc.) lasci lo zaino lungo il sentiero in modo che l’accompagnatore che chiude la fila dei partecipanti saprà che deve attenderlo.

Non si lasciano rifiuti di alcun tipo; i rifiuti si riportano a casa (anche quelli degradabili);

Ogni infrazione può essere motivo per l’esclusione alle successive escursioni.

Inoltre in base a quanto previsto nel protocollo “Riavvio attività escursionistica …. “ a cura della Commissione Centrale Escursionismo:

I partecipanti si impegnano a rispettare le norme di igiene, di distanziamento e quant’altro inerente all’utilizzo di Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) secondo quanto disposto dalle Autorità competenti al fine di limitare la diffusione del contagio virale.

Sono vietati scambi di attrezzature, oggetti, cibi, bevande o altro tra i partecipanti non appartenenti allo stesso nucleo familiare;

Si fa obbligo ai partecipanti di avere con sé la mascherina e il gel disinfettante a base alcolica.

Ai partecipanti è richiesta la massima disciplina, pena l’immediata esclusione dall’escursione per comportamenti potenzialmente dannosi per gli altri Soci.

La località di partenza va raggiunta con mezzi propri, nel rispetto delle norme nazionali/regionali che regolano il trasporto in auto di persone non conviventi, salvo diversa indicazione da parte degli organizzatori.

Dichiarazione di esonero di responsabilità

Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti.

Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara.

  • di non avere alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo; di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione.

  • di aver preso visione e di accettare senza riserva alcuna il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI, Sezione di Sassari e le norme di comportamento sopra richiamate.

  • di aver letto con attenzione la descrizione e la scheda tecnica della presente escursione (informandosi, quando il caso, con l’accompagnatore responsabile) e quindi di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà della stessa.

  • di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin d’ora il CAI sezione di Sassari e gli Accompagnatori di Escursione da qualunque responsabilità.


Dettagli

Inizio:
sabato 30 Aprile, 2022 ORE:21:00
Fine:
domenica 1 Maggio, 2022 ORE:06:30
Categorie Evento:
,