Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Monte Cuccuruddu – Cheremule

domenica 23 Febbraio, 2020 ORE:08:30--17:00

Escursione n. 4/2020

Data  23 febbraio 2020

Località  Cheremule

Accompagnatori  M. Nuvoli, P.P. Porqueddu (ASE), G. Onida, G. Serra

SCHEDA TECNICA

Trasferimenti  auto proprie con navetta (il percorso non è ad anello).

Ritrovo  Sassari Via Budapest, ore 8:30 – Molini Brundu (bivio per Thiesi) ore 9:15

Percorso stradale  dal luogo di ritrovo di via Budapest si percorre la S.S. 131 per circa 30 minuti per poi svoltare nello svincolo in direzione per Thiesi e da qui andare verso i Molini Brundu dove lasceremo le auto ed inizia il percorso.

Descrizione itinerario a piedi

     L’escursione inizia con l’addentrarci nel bosco di “Su Tippiri” in prossimità  del molino Brundu. Proseguiremo all’interno del  bosco caratterizzato da una rigogliosa vegetazione di  lecci, roverelle, querce ed altra macchia mediterranea.  Conserva miracolosamente intatte le peculiarità del tipico bosco sardo; il folto sottobosco, i muretti a secco realizzati in pietra vulcanica.  l’ intricato groviglio di vegetazione  che rende a volte precario anche il passaggio a piedi.

    Continueremo all’interno  su tratti di sentiero a volte poco visibili, sempre su pietre di lava vulcanica provenienti dal monte Cuccuruddu, pietra  della quale  è cosparso tutto il bosco. La cima del monte, metri 680 s.l.m. è la meta della nostra  escursione per la sosta pranzo. Una piccola deviazione ci permetterà di osservare  la lava vulcanica;  un paesaggio quasi  lunare dove in millenni  la vegetazione non è cresciuta.

     Piu’ avanti il sentiero si allarga e cammineremo più spediti ma troveremo un cancello che dovremo scavalcare.  Inizieremo a vedere qualche scorcio del paese di Cheremule, a questo punto il sentiero diventa lastricato in cemento.   Sulla sinistra la nostra attenzione sarà attirata dalla vista di parallelepipedi in pietra vulcanica di altezza almeno due metri e di base   metri 4 per 4 o anche di più. Non si conosce la funzione  di tali manufatti,  forse solo raccolta di pietre.  Sempre nello stesso posto visiteremo  piccole costruzioni circolari realizzate  in pietra a secco e con copertura a  cupola.  Si ritiene che nel territorio  in tempi remoti esistesse un  villaggio di pastori.

        Dalla periferia del paese di Cheremule, percorreremo 300 metri di strada asfaltata per innestarci nella strada sterrata a tornanti  che ci porterà  alla cima del cono vulcanico di monte Cuccuruddu. Durante la  salita ci potremo riposare osservando gli interessanti strumenti scientifici installati, a scopo didattico, dal Comune nei diversi tornanti.   Il  monte è un vulcano estinto da circa 180.000 anni.  Fa parte dei crateri vulcanici del Meilogu, divenuti monumento naturale protetto nel 1994.

       Vento permettendo faremo la sosta pranzo nel piazzale del belvedere.  Dall’alto ammireremo  un paesaggio insolito  e unico; la Valle dei Nuraghi che si estende a vista d’occhio, un pò con cime arrotondate e un po’ con  cime aguzze e tavolati pianeggianti.  Vedremo  i  paesi di Borutta, Bonnanaro, Giave, Mores, Ittireddu, l’altopiano della basilica di San Pietro di Sorres. Spingendo lo sguardo dalla parte opposta, ad ovest,  potremo osservare  il lago artificiale del Bidighinzu e il paese di Thiesi.

        L’escursione continua in discesa, sempre nel territorio  di Cheremule,  verso l’importante   necropoli di Museddu, Tennero e Mattarigotza , un vasto areale dove sono state individuate 37 tombe ipogeiche.  L’archeologa Lucia Atzei, socia del CAI  ci illustrerà  gli  importanti monumenti.  La Necropoli  nel periodo estivo ospita  diversi eventi culturali, fra i quali una rappresentazione del circuito Time in Jazz di Paolo Fresu.

         Da quest’ultima tappa, con le nostre auto rientreremo a casa.

Tempo di percorrenza   5/6 ore compreso soste

Lunghezza  11 km

Dislivello  263 m

Ascesa totale 340 m

Difficoltà  T

Interesse  Naturalistico, Archeologico

Segnaletica  Omini di pietra

Caratteristiche climatiche  possibilità di vento nel monte Cuccuruddu.

Avvertenze particolari  l’escursione è abbastanza agevole con l’eccezione di un passaggio a scavalco di un cancello.

Mappa percorso e profilo altimetrico  vedere allegati

Nota: l’escursione potrà subire variazioni.

 pianta-tippiri-museddu

profilo-tippiri-museddu

Norme di comportamento da tenersi durante le escursioni

Ogni componente del gruppo durante l’escursione starà  sempre  dietro l’accompagnatore, non uscendo mai dal sentiero, e ne dovrà seguire scrupolosamente le indicazioni;  il non attenersi vale come rinuncia implicita al nostro  accompagnamento ed alla assicurazione del CAI.

Cercare di non distanziarsi da chi lo precede. Se ciò fosse avvenuto e ci si trova incerti sul da farsi, fermarsi e aspettare l’accompagnatore in coda al gruppo.

Chi dovesse fermarsi per qualsiasi motivo (necessità fisiologiche, fotografie, ecc.) lasci lo zaino lungo il sentiero in modo che l’accompagnatore che chiude la fila dei partecipanti saprà che deve attenderlo.

Non si lasciano rifiuti di alcun tipo; i rifiuti si riportano a casa (anche quelli degradabili);

Ogni infrazione può essere motivo per l’esclusione alle successive escursioni.

Dichiarazione di esonero di responsabilità

Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti.

 Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara.

  • di non avere alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo; di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione.
  • di aver preso visione e di accettare senza riserva alcuna il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI, Sezione di Sassari e le norme di comportamento sopra richiamate.
  • di aver letto con attenzione la descrizione e la scheda tecnica della presente escursione (informandosi, quando il caso, con l’accompagnatore responsabile) e quindi di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà della stessa.
  • di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin d’ora il CAI sezione di Sassari e gli Accompagnatori di Escursione da qualunque responsabilità.


Dettagli

Data:
domenica 23 Febbraio, 2020
Ora:
08:30--17:00
Categorie Evento:
,