Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Monte Ruiu, Casteldoria

domenica 20 Marzo, 2016 ORE:08:00--18:00

Accompagnatori E. Muresu (3294930087) – L. Tariffa (3347735150)  diff. E – durata 5/6 ore – via Pirandello, posteggio “Palestra Bunker”  ore 8,00 – Auto

Trasferimenti Auto proprie

Ritrovo a Sassari, prolungamento via Pascoli/via Pirandello, parcheggio ex colonia IX maggio o “palestra bunker” ore 8,00

2° ritrovo frazione di Scuppaggiu ore 9,15 circa

Percorso stradale Da via Pirandello proseguire nella sp 60 (Buddi Buddi), all’ultima rotonda svoltare a destra su sp 25 e sp 48 e ss 200 dir Castelsardo, e quindi su sp 90 dir Valledoria/S. Teresa. Uscire a S.M. Coghinas ed alla fine del paese proseguire su sp 92 dir Perfugas. Su detta strada al bivio a sinistra “Castello Doria” su segnale turistico giallo fermarsi per recuperare gli autisti della “staffetta”.

Per quelli che arrivano dalla Sassari-Tempio: uscire al bivio Perfugas, dir S.M. Coghinas e dopo circa 1,7 km uscita a destra su strada secondaria dir Scuppaggiu (vedi mappa allegata)

Percorso a piedi Dalla frazione di Scuppaggiu prenderemo un sentiero che in costante salita per circa 1 h e 45 min ci porterà su un pianoro in prossimità delle due sculture naturalistiche “lu frati e la monza”dove faremo una sosta. Proseguiremo su facile sentiero in piano con vasto panorama: a nord il golfo dell’Asinara e la fertile pianura di Valledoria, ad ovest il lago di Casteldoria e la torre omonima, a sud/sud est prima una vasta porzione dell’anglona e dopo le cime più alte del complesso di Monte Ruiu. Perderemo progressivamente quota e tramite un facile sterrato raggiungeremo le terme di Casteldoria ed il tratto di fiume dove fuoriesce acqua calda ad oltre 70 gradi. Faremo la sosta pranzo in una comoda area attrezzata (speriamo nel frattempo pulita…..) e dopo andremo a visitare la torre dei Doria.

Tempo di percorrenza 5/6 ore circa

Lunghezza 8 km circa

Dislivello 380 m cica

Difficoltà E

Tipo di terreno sentiero, in parte con presenza di pietre

Interesse naturalistico, storico

Segnaletica numerosi omini a cura della sezione.

Caratteristiche climatiche esposto ai venti (maestrale)

Avvertenze particolari nn. 

Nota: l’escursione potrà subire variazioni.

DESCRIZIONE GENERALE (sotto il profilo storico, archeologico, naturalistico, ecc.)

L’area in cui faremo la nostra escursione comprende siti di particolare interesse dal punto di vista naturalistico e storico.

Monte Ruiu: questo monte, di 600 metri di altezza, con i suoi porfidi rossi ci indica che qui finisce l’Anglona ed inizia la Gallura. Alla sua base, in particolare nel versante meridionale, sono presenti isolate piccole frazioni e stazzi galluresi dove il tempo sembra essersi fermato. Le pareti nel settore sud/ est (verso Giuncana) si prestano ad arrampicate di medio livello e sono molto frequentate dagli amatori di questa disciplina (presenti venti vie chiodate). Il vento e la pioggia hanno lavorato il porfido creando delle vere e proprie sculture naturalistiche, fra cui due affiancate e vicinissime (quasi a volersi abbracciare) di rara bellezza chiamate dalla gente del luogo “lu frati e la monza”.

Fiume Coghinas – Lago di Casteldoria: Il fiume in antichità era navigabile; i romani lo chiamavamo Thermus. Nel 1956 venne costruita una diga ai piedi del monte Ruiu dando origine al lago artificiale di Casteldoria ad iniziale uso idroelettrico e successivamente anche irriguo. A valle di detta diga dove il fiume divide i comuni di S.M. Coghinas e Viddalba in un’area chiamata “Li Caldani” le acque termali sgor gano spontaneamente dal fiume ad una temperatura di circa 70 gradi, e qui agli inizi del 1900 venne costruito il primo stabilimento termale.

Castello dei Doria: sulla cima di Monte Urtigiu (228m) è visitabile quel che resta del castello: una torre pentagonale e i resti di un manufatto per la raccolta dell’acqua. Il castello fu costruito nel dodicesimo secolo da Brancaleone Doria, marito di Eleonora D’Arborea; restaurato nel 1354 dal Re Pietro D’Aragona e demolito dai piemontesi nel 700. Ristrutturato recentemente in maniera discutibile si trova un uno stato di totale abbandono; comunque, tramite una scala in legno apposta di recente e sicura è possibile salire fino al tetto della torre.

Norme di comportamento da tenersi durante le escursioni

Ogni componente del gruppo durante l’escursione starà sempre dietro l’accompagnatore, non uscendo mai dal sentiero, e ne dovrà seguire scrupolosamente le indicazioni; il non attenersi vale come rinuncia implicita al nostro accompagnamento ed alla assicurazione del CAI.

Chi dovesse fermarsi per qualsiasi motivo (necessità fisiologiche, fotografie, ecc.) lasci lo zaino lungo il sentiero in modo che l’accompagnatore che chiude la fila dei partecipanti saprà che deve attenderlo.

Non si lasciano rifiuti di alcun tipo; i rifiuti si riportano a casa (anche quelli degradabili); non è gradito che si fumi durante l’escursione.

Ogni infrazione può essere motivo per l’esclusione alle successive escursioni.

Dichiarazione di esonero di responsabilità

Il Club Alpino Italiano promuove la cultura della sicurezza in montagna in tutti i suoi aspetti.

Pur tuttavia la frequentazione della montagna comporta dei rischi comunque ineliminabili e pertanto con la richiesta di partecipazione all’escursione il partecipante esplicitamente attesta e dichiara.

  • di non avere alcun impedimento fisico e psichico alla pratica dell’escursionismo; di essere idoneo dal punto di vista medico e di avere una preparazione fisica adeguata alla difficoltà dell’escursione.

  • di aver preso visione e di accettare in condizionalmente il Regolamento Escursioni predisposto dal CAI, Sezione di Sassari e le norme di comportamento sopra richiamate.

  • di aver letto con attenzione la descrizione e la scheda tecnica della presente escursione (informandosi, quando il caso, con l’accompagnatore responsabile) e quindi di ben conoscere le caratteristiche e le difficoltà della stessa.

  • di assumersi in proprio in maniera consapevole ogni rischio conseguente o connesso alla partecipazione all’escursione e pertanto di esonerare fin d’ora il CAI sezione di Sassari e gli Accompagnatori di Escursione da qualunque responsabilità.

avvicinamento_scupaggiu profilo_monte ruiu monte ruiu

 


Dettagli

Data:
domenica 20 Marzo, 2016
Ora:
08:00--18:00
Categorie Evento:
, ,