La  prevista “due giorni nel Montarbu” è stata annullata.

Auguriamo ai nostri amici soci una serena estate e un arrivederci a settembre per proseguire l’attività escursionistica.


Escursione n. 15 due giorni nel Montarbu – sabato 25 e domenica 26

Montarbu – Seui

(Porqueddu – Muresu – Campus) ….continua 

per ulteriori dettagli consultare la sezione….prenotate prima possibile!


Escursione n. 14 Domenica 12 giugno 2016

Montalbo, Lula – Lodè

Caterina Deiana, Agostino Madarese, M.G. Cugia, Lino Tariffa (per ulteriori spiegazioni Deiana tel. 3397923212 Madarese tel. 3358013508)

partenza ore 6,30 via Budapest – diff. E – lunghezza 6 km – dislivello circa 400 m …….continua 

montalbo_12-6-16


Programma per la prossima due giorni sul Montarbu del 25 e 26 giugno

Vicende storiche

Attualmente il perimetro della Foresta Demaniale di Montarbu si estende per 2.767 ettari.

Il nucleo più antico, che aveva come confine le falesie calcaree, in origine era un bene ademprivile (gli ademprivi erano una forma di godimento collettivo delle terre pubbliche secondo cui le popolazioni residenti avevano diritto di pascolo, legatico, ghiandatico e semina), accadde però che a metà del XIX secolo queste forme di fruizione comunitaria vennero abolite in tutta la Sardegna e così, a partire dal 1870, anche la foresta di Montarbu venne considerata semplicemente in disponibilità e non più di piena proprietà della popolazione di Seui.

Nei primi anni del XIX secolo, dopo lunghe vicissitudini, la parte più vecchia di Montarbu (1.668 Ka) venne acquisita dalla Cassa Provinciale di Credito Agrario di Cagliari che a sua volta la rivendette, nel 1926, all’Azienda di Stato per le Foreste Demaniali per la somma di 955.150 lire.

Con la costituzione della Regione Autonoma della Sardegna, nel 1948, tutti i beni del Demanio Statale (compresa Montarbu) divennero patrimonio regionale, anche se la piena competenza sulle ex foreste statali si ebbe solo nel 1956 con l’istituzione dell’Azienda Foreste Demaniali della Regione Sarda.

Nel 1965, il Comune di Seui alienò all’Azienda Foreste altri 1.098 ettari confinanti con il complesso originario (le attuali zone sud e nord/nord-est). Dal 1980 Montarbu è diventata oasi permanente di protezione faunistica e dagli anni ’90 è inserita tra le aree S.I.C. (Sito di Interesse Comunitario). Dal 1999, con la soppressione dell’Azienda Foreste e l’istituzione dell’Ente Foreste, tutte le foreste e i territori amministrati dall’ex Azienda vengono gestiti dal nuovo Ente. Recentemente il Consiglio Regionale ha istituito “Forestas” un nuovo ente che avrà anche altre competenze e che dovrà gestire tutte le foreste e i territori amministrati dall’ex Ente Foreste.

Montarbu, in quanto area di interesse ambientale internazionale per complessità geologica, geomorfologica, vegetazionale e faunistica, in passato era stata inclusa sia nella proposta di Parco del Gennargentu, che tra i territori ricadenti nel nascente Parco dei Tacchi d’Ogliastra.

Dal punto di vista geomorfologico l’area può essere distinta in un altopiano calcareo centrale ed in due zone caratterizzate da scisti cristallini.

Logistica

Il pernottamento è previsto presso la foresteria del centro servizi della Foresta Demaniale (max 29 posti letto per maggior parte in cameroni) e/o per i più giovani in tenda (da portare). Nel caso le iscrizioni siano numerose si può pernottare presso alcuni b&b nei centri abitati più vicini di Ussassai e Seui oppure Gairo Taquisara e Ulassai al prezzo di Euro 25 compresa 1^ colazione.

Si indicano alcuni b&b in modo che, accertato in numero dei partecipanti, gli interessati possano contattarli direttamente:

USSASSAI:

Da Tonina V.le Dante, 31 tel. 0782 55867 cell. 3386814455;

Sandalia Via Don Bosco, 80 tel. 0782 55834 cell. 3355275003;

SEUI:

La Rosa Gialla Via San Giorgio, 83 tel. 0782 54262 cell. 3208387450;

GAIRO TAQUISARA

Piroddi Rosina – Via Po, 10 tel. 0782 74703

ULASSAI:

La Capretta Nera Via Bosa, 51 cell. 3493010218;

Lo Scialle della Luna Via Garibaldi, 99 cell. 3293261597;

Inoltre, poiché la due giorni rappresenta anche un’occasione diversa di aggregazione sociale, si ritiene utile proporre una cena presso i locali del Centro Servizi della Foresta Demaniale di Montarbu che verrà a costare 28 Euro a persona per: antipasti, 2 primi, arrosto (in questo caso dovrà essere in umido), contorno, frutta, dolci, caffè, digestivo, per un numero presunto di 30-40 partecipanti..

La disponibilità e il costo per il pernottamento presso la caserma della forestale è la seguente:
– n.2 bungalow da 6 posti, costo cadauno bungalow euro 40,00 (per posto letto euro 7,00)
– n.2 bungalow da 4 posti, costo cadauno bungalow euro 40,00 (per posto letto euro 10,00)
– n.1 foresteria da 5 posti, costo euro 30,00 (per posto letto euro 6,00)
– n.1 foresteria da 4 posti, costo euro 30,00 (per posto letto euro 7,50)
costo complessivo per 29 posti euro 220,00.
Inoltre si può utilizzare la sala per mangiare e portando la bombola si può riscaldare e/o cucinare il cibo.
A tal fine è necessario che le iscrizioni vengano effettuate entro il giorno 10 giugno 2016.

Rete dei sentieri

La rete dei sentieri di questa zona si colloca a cavallo tra le regioni storiche della Barbagia di Seulo e dell’Ogliastra, proponendo al visitatore una interessante e lunga passeggiata tra i musei e i boschi di Seui, le meraviglie naturali di Sadali e Seulo, i tacchi calcarei di Ussassai, Ulassai e Osini senza dimenticare Gairo Taquisara uno splendido paesino che ricorda i piccoli centri dell’arco alpino.

Escursione n.1: 25 giugno 2016 Montarbu – Punta Margiani Pubusa

Il percorso parte dal Centro Servizi della Foresta Demaniale di Montarbu con due possibili percorsi. Iniziando nel sentiero n. 113 sul versante N-E dell’Accu Ermolinus oppure nel sentiero n. 112 versante N-O.

La scelta verrà fatta dal direttore di escursione in base alle condizioni climatiche.

Punto di partenza: Centro Servizi Ula Montarbu

Punto di arrivo: punta Margiani Pubusa

Grado di difficoltà: E

Lunghezza: 8 km (A/R)

Tempo percorrenza: 4 ore escluse soste

Dislivello: 534 m.

Per gli escursionisti meno allenati si può evitare la salita alla Punta Margiani Pubusa (1330 m.) prendendo il sentiero n. 112 A che collega i precedenti sentieri 112 e 113 a circa metà percorso.

Inoltre il sentiero n.112 si trova in un percorso naturalistico, attrezzato con tabelloni informativi sulla flora e fauna del posto, di incomparabile bellezza.

Escursione n.2 : 26 giugno 2016 Montarbu – Niala (Donna Pruna)

Il percorso parte dal Centro Servizi della Foresta Demaniale di Montarbu Attraverso una vecchia carrareccia il sentiero, individuato con il n.114, prende poi la direzione per il bosco di Taccu Mannu di Ussassai passando per la vecchia stazione ferroviaria di San Girolamo. La presenza della stazione campestre permette a chi lo desidera di unire all’esperienza dei sentieri di questa zona un viaggio d’altri tempi a bordo del Trenino Verde che collega Mandas ad Arbatax (chi desidera fare questa esperienza deve prenotarsi per tempo ai seguenti numeri: tel 070 26571, fax 070 2657757, email treninoverde@arst.sardegna.it). Dalla stazione si prosegue per Taccu Mannu dove sarà possibile visitare una splendida lecceta e sostare nelle diverse aree attrezzate al punto ristoro di Niala.

Punto di partenza: Centro Servizi Ula Montarbu

Punto di arrivo: punto ristoro Niala

Grado di difficoltà: E

Lunghezza: 8 km (A/R)

Tempo percorrenza: 3,5 ore escluse soste

Dislivello: 140 m.

Per i più arditi si può proseguire dal punto ristoro di Niala percorrendo un sentiero, n. 114 A, che costeggia per il tratto iniziale Rio sa Taula e poi Rio Donna Pruna, ed arrivare alla omonima sorgente di Donna Pruna dopo aver ammirato Su Tuvu Nieddu e sostato presso una zona attrezzata lungo il percorso, per poi rientrare al punto ristoro di Niala tramite una agevole sterrata e terminare l’escursione ripercorrendo il sentiero lungo la ferrovia.

Grado di difficoltà: EE

Lunghezza: 6 km (A/R)

Tempo percorrenza: 2,5 ore escluse soste

Dislivello: 185 m.


Escursione n.13 domenica 29 maggio 2016

Punta Li Caparoni, Alghero

(Madarese, Tariffa, Demartis) diff. E – partenza ore 8,00 da via Budapest – ore 8,45 parcheggio lago di Baratz…..continua

caparoni_belardinu

profilo_caparoni


 Escursione n. 12 domenica 15 maggio 2016

Punta Salinas – Cala Goloritzè, Baunei

(C.Sanna – ASE) diff. EE – partenza ore 6,00 da p.le Segni – Automappa goloritze


Informiamo i soci che la nostra Sezione parteciperà alla manifestazione “Monumenti aperti” che si terrà l’otto maggio 2016 a Sassari

In particolare, il Comune di Sassari ci ha incaricato di guidare due percorsi nei sentieri rurali aperti nel 2014 nelle zone di Monti Bianchinu, Filigheddu, Eba Giara e Baddimanna.

Questo incarico è per la nostra Sezione motivo di grande soddisfazione e visibilità e ripaga il continuo lavoro che portiamo avanti nel nostro territorio per far conoscere la nostra associazione nel campo dell’escursionismo, ma anche – e sempre più – in quello della difesa dell’ambiente, della valorizzazione delle nostre risorse naturali e – non ultima – della conoscenza dei luoghi che percorriamo.

Tutto ciò che abbiamo fatto – e quello che faremo con maggiore zelo – è merito di tutti i soci della Sezione per l’impegno profuso con vero spirito di collaborazione e amicizia.

E’ questa quindi l’occasione per ringraziare Il Consiglio Direttivo, gli Accompagnatori, i Volontari e tutti i soci della Sezione.

Maggiori dettagli potete trovarli nel sito del Comune di Sassari: monumenti aperti/sentieri rurali.

Precisiamo che l’iscrizione ai percorsi è riservata ai cittadini, esclusi i soci CAI.


Escursione n. 11 sabato 30 aprile/1 maggio 

Tra mare e minerale

Fontanamare – Cala Domestica

partenza ore 7,00 da via Budapest, Sassari – auto 


Escursione n. 10 domenica 24 aprile 2016

Escursione Intersezionale a cura del CAI Cagliari

MATZANNI – VILLACIDRO

Partenza ore 6,50 da via Budapest, autobus

Per esigenze organizzative è necessario comunicare la propria partecipazione prima possibile

mappaintersezionaleCA


Escursione n. 9 domenica 17 aprile 2016

CAPO MARARGIU, BOSA

(Madarese, Tariffa, Porqueddu) diff. E – partenza da via Budapest ore 8,00

porto managu


Importante!

I soci interessati a partecipare al weekend nell’iglesiente del prossimo 30 aprile 1 maggio sono pregati di dare la loro adesione entro il 15 aprile.

Il programma prevede la partenza sabato 30 alle ore 7,00 e l’arrivo a Fontanamare, nei pressi di Nebida per la prima escursione intorno alle ore 10,00. L’escursione del sabato non sarà molto lunga, per compensare la “fatica” del viaggio; si tratta di una camminata di circa 4km lungo la costa su sentiero abbastanza facile ma molto interessante costeggiando il mare e ammirando i cinque faraglioni ci porterà fin sotto l’abitato di Nebida nei pressi dei resti della laveria La Marmora. Qui troveremo una guida locale (che ricompenseremo con un’offerta libera) che ci accompagnerà all’interno e ci illustrerà la storia del sito. Si farà anche la pausa per il pranzo. Nel frattempo si recupereranno le auto per spostarci verso Masua per visitare la miniera di Porto Flavia. La visita alla miniera avviene solo ed esclusivamente previa prenotazione. Il numero delle visite alla miniera è limitato, si esaurisce molto in fretta, per questo motivo è necessario avere conferma prima possibile!! Nel caso in cui non sia possibile la visita al sito di Porto Flavia stiamo valutando l’alternativa alla visita delle grotte di Su Mannau, a Fluminimaggiore, e in tal caso questa avverrà prima dell’escursione dato che si trova lungo la strada verso la nostra destinazione.

L’escursione di domenica da Masua a Cala Domestica, pur essendo classifcata una E, lunga circa 10km, è molto impegnativa  soprattutto se farà caldo, dato che bisogna affrontare un paio di salite piuttosto ripide in una zona poco arieggiata, perciò sarà necessario mettersi a camminare entro le ore 8,30, muniti di bastoncini e una buona scorta di acqua e protezione dal sole. Se qualcuno non se la sentisse può aspettarci all’arrivo in spiaggia a Cala Domestica. Per ciò che riguarda il pernottamento esiste un’altra difficoltà dato che non ci sono strutture abbastanza capienti che possano ospitare nello stesso posto tutto il gruppo. Ci sono diversi B&B ma con due o tre camere ciascuno con prezzi intorno ai 30€, un villaggio nel centro di Nebida, il villaggio Tanca Piras (cell. 348 5509580) propone soggiorno a 40€, qualche albergo invece lo si trova ad Iglesias, distante circa 20km e con dei costi che vanno dai 50€ in su. Per questo motivo è meglio che ognuno si occupi individualmente di trovare il modo di pernottare, ricordatevi che si tratta di un weekend “festivo” quindi anche per questo chi prima si attiva meglio si sistema. Solitamente in queste “due giorni” si cena tutti insieme, sarebbe piacevole farlo anche in questa occasione, ci serve avere la vostra adesione entro il 15 aprile, si organizza per una pizza o piatto composto più bibita a 10€ a Nebida.


Escursione n. 8 Domenica 3 aprile

LUOGOSANTO, MONTE CILATA

(Deiana – Tariffa – Demartis) diff. E – partenza ore 8,00 via Budapest, auto proprie.

lacilata

Per chi fosse interessato, abbiamo la possibilità di gustare un piatto di zuppa gallurese e un buon bicchiere di vino a 10 euro in un agriturismo vicino, alla fine dell’escursione. Chi volesse partecipare è pregato di dare la sua adesione entro il 30 marzo.


AVVISO AI SOCI INTERESSATI!

Gentili Signori, 

nelle giornate del prossimo 2 e 3 aprile 2016, organizzato dall’OTTC Sentieri e Cartografia del CAI Sardegna, ci sarà il 3° Corso Regionale di formazione e aggiornamento per Esperti in Sentieristica, corso articolato in sessioni teorico/pratiche.

Il Corso è destinato ai Soci CAI titolati e non titolati che nell’ambito del Club Alpino Italiano – a livello sezionale, regionale e nazionale – intendono mettersi a disposizione delle strutture del CAI impegnandosi ad operare per realizzare, completare e gestire la Rete Escursionistica della Sardegna (RES), parte della più generale Rete Escursionistica Italiana (REI).

Per conoscere la disponibilità degli ultimi posti ed ulteriori dettagli, contattare la sezione.

Bando_corso_regionale-di_formazione_in sentieristica-CAI_Sardegna-2016(4)


Questa domenica 20 marzo verrà recuperata l’escursione di Monte Ruiu, Casteldoria.

Escursione n. 7 Domenica 20 marzo

MONTE RUIU, CASTELDORIA

(Muresu- Tariffa-Campus) diff. E – durata 5/6 ore – partenza ore 8,00 via Pirandello (proseguimento corso Pascoli, posteggio ex “Palestra Bunker”)  – Auto

continua……

monte ruiu


Attenzione:

Si comunica che l’assemblea ordinaria dei soci è convocata il prossimo 22 marzo alle ore 17,00

continua…

conv. ass soci marzo


Escursione n. 6 Domenica 13 marzo

Monte Torru, Ittiri

(Porqueddu – Campus – Mameli)  diff. E – durata 5/6 ore 8,30 – da via Budapest – Auto – continua….

20160304_092402(1)



Per tutti i soci e ospiti che partecipano alle escursioni CAI: Il CDR della sez. di Sassari, e non solo, ha stabilito che è vietato portare i cani alle escursioni.


Escursione n. 5 Domenica 6 marzo

MONTRESTA

(Tariffa – Madarese Porqueddu) diff. E – durata 5/6ore – partenza ore 7,30 da via Budapest , auto proprie

continua…..

12321666_10206203349258773_2186717182050272033_n


Escursione n. 4 Domenica 28 febbraio

MONTE RUIU, CASTELDORIA

(Muresu- Tariffa-Campus) diff. E – durata 5/6 ore – partenza ore 8,00 via Pirandello (proseguimento corso Pascoli, posteggio ex “Palestra Bunker”)  – Auto

continua……


Escursione n. 3 Domenica 14 febbraio 

MONTE NIEDDU, PADRU: CUZZOLA – SOS PANTAMOS – PUNTA MAGGIOREIMGP3194

(Mameli – Campus – Demartis)  diff. E lunga circa 7 km – EE lunga circa 11 km – durata 6/7 ore – partenza 6,50 da via Budapest – necessario Autobus – da Padru ore 8,50 …..continua


Escursione n.2 Domenica 31 gennaio

Port’Agra – Punta Giglio, Alghero

percorso-E

percorso-T

(Campus, Porqueddu, Madarese)  diff. T/E – durata 5/6 ore ……continua…


 Escursione n. 1 Domenica 17 gennaio

I vecchi sentieri di Sassari: r. Barca, Logulentu – b.Tolta, Eba Giara, Sassari

IMGP1510

(Campus – Muresu – Deiana) diff. T/E – durata 4/5 ore –

P. Segni h. 9,00 – Auto  ……continua……

 


 

L’apertura della sezione sarà sospesa fino al 15 gennaio 2016.

L’attività escursionistica riprenderà il 17 gennaio.